giovedì 2 aprile 2009

I piccoli dolori da niente

Ho preso ispirazione da un libro che avevo letto e praticamente trasportato qui dal mio vecchio antro un pensiero che avevo già fatto...

Eccoli i miei piccoli dolori da niente:

Il mal di denti,
mordersi la lingua
non svegliarsi in tempo al mattino,
non addormentarsi per tutta la notte,
dormire troppo,
dormire troppo poco,
il tuo gatto che dorme con il tuo coinquilino,
la distanza di alcune persone care
il mal di testa perenne,
quando piove ed hai dimenticato l’ombrello,
quando piove e hai lasciato la biancheria stesa dalla finestra,
quando un ricordo d’amore spunta da un cassetto ed è con uno schiaffo
non saper parare i colpi,
non saper gestire la nostalgia

le bollette da pagare

quando pensi di essere a buon punto con il lavoro e sei invece in alto mare,
quando non riesci a concentrarti su niente,
quando per settimane non riesci a disegnare,
quando un amico fa una battuta cattiva a cena,
quando la mia autostima se ne va in vacanza senza di me..
quando l’autobus è in ritardo e anche tu sei già in ritardo
quando perdo la coincidenza del treno (per colpa delle FS)
quando non hai tempo per finire il trasloco con calma,
quando i tuoi compagni di corso ti vedono come un animale esotico
quando non riconosci un fascista anche se ce l’hai come compagno di banco
quando hai la spesa pesante e 5 piani di scale da fare a piedi,
quando non riesci a scopare in maniera decente (o forse non ne hai voglia)
quando la tua faccia si riempie di brufoli,
quando hai delle occhiaie che assomigliano a dei buchi neri,
quando devi rifare tre volte lo stesso disegno.

quando l’emicrania

quando è una giornata così grigia che il cielo e il mare non si distinguono,
quando hai freddo la notte,
quando di un’assenza fai una presenza,
quando ti senti un’innetta perchè non riesci a fare le cose come si deve,
quando dimentichi come si tengono i pennelli in mano,
quando ti bruciano gli occhi,
quando finisci le sigarette

quando ti senti un accessorio dei tuoi amici fiki ™

quando prendi con il mignolino del piede uno spigolo
quando cerchi di mettere ordine e c’è troppo disordine
quando il computer non fa..
quando sono due anni che lavori ad un fumetto e ti ritrovi sempre allo stesso punto
quando ti sale la febbre tutte le sere
quando vuoi scappare da tutto ma non hai idea di dove andare

quando la rete si fa i cazzi tuoi
quando la rete si fa i cazzi SUOI

quando vuoi vedere un cartone animato ed è encodato male e si vede una merda

quando il controllore del bus ti becca senza biglietto

quando fai 24 anni il 2/4 e pensi che sia un bel gioco di numeri ma che non vuol dire un cazzo

continua…

5 commenti:

LRNZ ha detto...

ecco di nuovo a lamentarsi.


non ci siamo proprio.

il tuo captcha è: "sanati" vedi te che matto il caso!

amal ha detto...

... vabbè ma lasciamele un po' di parole al vento, almeno per riempire il calendario del blog no?


no eh?

vabbè. mi rimetto a lavorare. non adesso che mi devo finire il tuo chianti.


buon compleanno, a tutti e due.


il captcha è un genio del male.

Claudio Cerri ha detto...

Anche se l'età non vuol dire davvero nulla ti faccio comunque gli auguri di compleanno, anche se in ritardo!

amal ha detto...

*_* grazie!!!

werther Dell'Edera ha detto...

Quando casca tutto per terra e fatichi a stare calmo che in fondo in fondo lo sai che non è quello il motivo per cui vorresti spaccare un muro a martellate... :)